Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

La penetrazione dei telefoni cellulari in Indonesia triplica in cinque anni

2 minuti di lettura | Febbraio 2011

Secondo una nuova ricerca di The Nielsen Company, la penetrazione dei telefoni cellulari in Indonesia è aumentata negli ultimi cinque anni, mentre il numero di telefoni fissi è in calo. Nel 2005, il possesso di telefoni cellulari era pari al 20%, mentre i telefoni fissi erano presenti in un quarto delle case indonesiane. A cinque anni di distanza, il possesso di cellulari è salito al 54%, mentre il numero di telefoni fissi è sceso all'11%.

"Il mercato indonesiano delle telecomunicazioni è unico. Mentre nella maggior parte dei Paesi i consumatori passano dall'assenza di connessioni all'adozione di linee fisse e successivamente di dispositivi cellulari o mobili, in Indonesia i consumatori sono passati direttamente ai telefoni cellulari come strumento di comunicazione. Questo è un motivo fondamentale per cui le linee fisse o fisse non sono mai decollate nel Paese, con una penetrazione che è rimasta relativamente piatta nel corso degli anni", ha dichiarato Viraj Juthani, Director Telecom Practice Group, The Nielsen Company, Indonesia.

Gran parte di questa crescita è guidata dagli adolescenti, con oltre il 70% che dispone di una connessione cellulare, mentre il numero di ragazzi di età compresa tra i 10 e i 14 anni che possiedono un telefono cellulare è aumentato di oltre cinque volte nel periodo di cinque anni. La messaggistica istantanea o le chat sono l'uso principale dei telefoni per i giovani indonesiani di oggi, che preferiscono questo uso dei dispositivi alle chiamate vocali o agli SMS.

indonesia-mobile-phones

Inoltre, gli abbonati indonesiani alla telefonia mobile spendono meno rispetto a cinque anni fa: nel 2010 il 58% dei consumatori spendeva meno di 50.000 Rp (5 USD) al mese, rispetto al 18% del 2005.

"Il calo della spesa media mensile è dovuto a due fattori: Le tariffe negli ultimi anni si sono dirette verso sud e, soprattutto, nuovi segmenti di consumatori con capacità di spesa limitata stanno entrando nel mercato", ha dichiarato Viraj.

Le tariffe basse rimangono il fattore principale per i consumatori al momento di scegliere un fornitore di servizi, ma la maggior parte di essi considera la reputazione delle reti e le raccomandazioni di amici e familiari, il che indica che, sebbene le tariffe in calo stiano iniziando a guidare la scelta dell'operatore, i consumatori continuano a preoccuparsi della qualità del servizio al momento della scelta.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti