Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Connessioni sfaccettate: L'uso dei media da parte degli afro-americani supera quello delle varie piattaforme

3 minuti di lettura | Febbraio 2015

Gli afroamericani hanno un approccio diversificato alla ricezione di contenuti e informazioni: si impegnano e si connettono pienamente attraverso vari media tradizionali e di nicchia e piattaforme, e consumano più contenuti di altri gruppi su tutti i fronti.

In un mercato di consumatori pieno di opzioni, gli afroamericani non esitano a scegliere i media più adatti per la raccolta di notizie e l'intrattenimento, registrando un consumo superiore alla media su ogni piattaforma.

Gli afroamericani guardano più televisione di qualsiasi altro gruppo, quasi 200 ore al mese, circa 60 ore in più rispetto al pubblico totale! Sebbene i neri guardino più televisione in tempo reale (cioè in diretta) rispetto ad altri gruppi, sono in aumento anche i livelli di visione in time-shifted e di video-on-demand, a conferma del fatto che questo gruppo di consumatori ha un approccio multiforme alla visione dei propri programmi preferiti in onda e via cavo.

In un periodo in cui il digitale domina il consumo di notizie, i consumatori afroamericani hanno ancora fiducia nella carta stampata. Infatti, il 52% dei consumatori neri intervistati da Nielsen ha dimostrato di essere un lettore vorace di riviste, con un aumento del 30% rispetto alla popolazione generale.

La cultura e il patrimonio sono i fattori che determinano le scelte di lettura preferite dai neri. I lettori neri hanno un forte legame con i mezzi di stampa, che rispondono a questi elementi importanti. Tra gli intervistati, le riviste e i giornali incentrati sugli afroamericani sono importanti e forniscono informazioni su prodotti e offerte. Il 59% degli afroamericani concorda sul fatto che gli inserzionisti dei giornali neri, in particolare, sanno come entrare in contatto con il pubblico nero. Data la forte affinità dei neri per i contenuti ricchi di cultura, i giornali generalisti hanno creato siti web di nicchia che offrono uno spazio per le storie ispirate agli afroamericani sulle piattaforme digitali.

La radio è un altro mezzo con alti livelli di connettività per gli afroamericani. In un recente rapporto Nielsen, in cui sono stati intervistati 10.000 adulti afroamericani, il 92% ha dichiarato di sintonizzarsi sulla radio ogni settimana, ascoltando per più di 12 ore, ovvero il 5% in più del pubblico totale. Il picco di ascolto è tra le 10.00 e le 15.00, e il 61% degli ascolti avviene fuori casa.

I formati radiofonici più ascoltati dagli afroamericani, con un pubblico di colore superiore al 70%, sono Urban Contemporary, Adult Urban Contemporary e Rhythmic Contemporary. Altri formati con un'influenza significativa sono il Gospel e l'Urban oldies, che mantengono il 90% del pubblico nero. I temi e le notizie culturalmente rilevanti, insieme alla programmazione mattutina e pomeridiana di alto livello, rappresentano un'importante opportunità per raggiungere gli ascoltatori neri.

I consumatori afroamericani hanno abbracciato la tecnologia, sono utenti accaniti di questo spazio e sono diventati protagonisti dei social media e dei canali di blogging più popolari. La penetrazione degli smartphone è dell'81%, con una leggera differenza rispetto alla popolazione totale (7%). Su base mensile, i neri trascorrono quasi 56 ore utilizzando applicazioni o browser Internet mobili sui loro smartphone e circa due ore e mezza guardando video sui loro smartphone. Inoltre, l'81% degli afroamericani è più propenso a mostrare il proprio sostegno a un'azienda o a un marchio preferito utilizzando i social media e il 76% è più propenso a condividere opinioni pubblicando recensioni e valutazioni online.

Per gli inserzionisti che cercano di entrare in contatto con gli afroamericani, un sano mix di piattaforme può aiutare ad amplificare i contenuti e a garantire che questo gruppo riceva i messaggi in un modo in cui possa impegnarsi e condividere con i suoi pari, estendendo ulteriormente la portata del marchio. L'uso di più piattaforme consente agli addetti al marketing di avere diversi punti di contatto che sono cruciali, soprattutto quando si prendono decisioni di acquisto.

METODOLOGIA

Gli approfondimenti contenuti in questo articolo sono stati ricavati da tre fonti.

  • Indagine personalizzata Nielsen+ESSENCE 2014: I dati personalizzati utilizzati in questo rapporto sono costituiti da una raccolta di indagini. 1.) Sondaggio sugli adulti di età superiore ai 18 anni, raccolto da un panel online rappresentativo a livello nazionale, più un ulteriore sovra-campione di afroamericani. 2.) Sondaggio raccolto di persona all'ESSENCE Festival 2014 di New Orleans. 3.) Interviste condotte di persona all'ESSENCE Festival 2014 di New Orleans.
  • Metodologia televisiva: La voce "TV tradizionale" comprende l'utilizzo in diretta e la visione in playback durante il periodo di misurazione. I dati televisivi del terzo trimestre 2014 si basano sul seguente intervallo di misurazione: 30.06.2014 - 28.09.2014. A partire da febbraio 2011, la "riproduzione DVR" è stata incorporata nella statistica delle persone che utilizzano la televisione (PUT).
  • Metodologia mobile: L'Electronic Mobile Measurement (EMM) di Nielsen è un approccio osservazionale, incentrato sull'utente, che utilizza una tecnologia di misurazione passiva sugli smartphone per tracciare l'utilizzo del dispositivo e delle applicazioni su un panel di convenienza opt-in. I risultati vengono poi comunicati tramite Nielsen Mobile NetView 3.0. Negli Stati Uniti sono presenti circa 5.000 panelisti su dispositivi smartphone iOS e Android.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti