Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Consumatore ucraino sui programmi di fidelizzazione dei rivenditori

3 minuti di lettura | Novembre 2016

Il 55% dei consumatori ucraini e il 66% di quelli europei hanno dichiarato di essersi iscritti a uno o più programmi di fidelizzazione dei rivenditori. Più della metà (68% in Ucraina e 69% in Europa) dichiara di possedere una carta fedeltà, secondo uno studio del Nielsen Global Retail Loyalty Sentiment che incoraggia i consumatori a partecipare ai programmi di fidelizzazione dei rivenditori. Parlando di altri tipi di programmi, alcuni consumatori, ad esempio, hanno scaricato l'applicazione mobile del rivenditore (18%) o hanno un account personale sul suo sito web (29%).

Tuttavia, esiste un grande divario tra il numero di programmi di fidelizzazione a cui i consumatori si iscrivono e quelli che effettivamente utilizzano. Come conquistare il consumatore e la sua fedeltà attiva?

"La chiave del successo di un programma di fidelizzazione è renderlo il più possibile personalizzato. Oggi solo pochi rivenditori utilizzano appieno gli strumenti di analisi delle transazioni, delle abitudini di acquisto e delle preferenze individuali", afferma Tatiana Bezsmertna, CEO di Nielsen in Ucraina e Bielorussia. - La maggior parte dei rivenditori utilizza semplici strategie di segmentazione di massa. La nostra esperienza nell'implementazione di tali progetti dimostra che lavorare con i dati di acquisto di un particolare consumatore permette di determinare quale acquirente attirare e come. Di conseguenza, un programma di fidelizzazione personalizzato consiste in un consiglio d'acquisto più uno sconto individuale o un'offerta speciale del rivenditore, che ha sviluppato appositamente per il consumatore.

Programma fedeltà come strumento di risparmio

La componente finanziaria è il principale incentivo per i consumatori globali e ucraini a partecipare al programma fedeltà, indipendentemente dalle dimensioni del portafoglio. Alla domanda "Quale dei premi del programma fedeltà è il più prezioso per te?", la maggior parte degli ucraini (87%) ha indicato uno sconto sul prezzo, il 41% - il prodotto è gratuito e il 13% ha indicato la consegna gratuita. Nonostante il periodo di non crisi del 2013, lo stesso numero di intervistati in Ucraina (83%) ha risposto nuovamente - uno sconto o un prodotto gratuito.

Flessibilità e omnichannel sono il futuro dei programmi di fidelizzazione dei rivenditori

Sia in America che in Ucraina, il consumatore desidera che i programmi di fidelizzazione siano flessibili e personali. In Ucraina, il consumatore vorrebbe ricevere un premio indipendentemente dal luogo in cui è stato effettuato l'acquisto (online o offline, per telefono o sul sito web) (76%), nonché scegliere il tipo di premio (75%). Per il 79% dei consumatori ucraini è importante che il rivenditore offra uno sconto personale o un'offerta di prodotto personale basata su un acquisto precedente.

Un programma di fidelizzazione è un incentivo per il consumatore?

Sì, qualunque sia il programma di fidelizzazione del rivenditore, esso incoraggia il consumatore ad acquistare. Il 70% degli ucraini ha dichiarato che acquisterebbe da un rivenditore con un programma di fidelizzazione rispetto a uno che non offre alcun programma al consumatore. In Europa, il 64% degli intervistati ha risposto così. Tornando alla questione del risparmio, va notato che un consumatore ucraino su tre (32%) dichiara di non essere disposto a pagare di più il prodotto dal rivenditore, anche con un programma fedeltà. In Europa, il 44% degli intervistati si dichiara impreparato.

Informazioni sul sentimento di fedeltà del commercio al dettaglio globale di Nielsen

L'indagine è stata condotta dall'1 al 23 marzo 2016 su oltre 30.000 consumatori online in 63 Paesi per comprendere il comportamento dei consumatori nei confronti dei programmi di fidelizzazione dei rivenditori. Nell'ambito dello studio, abbiamo analizzato il numero di consumatori che si sono iscritti a un particolare programma di fidelizzazione. Abbiamo chiesto quali fossero i tipi di premi desiderati e l'atteggiamento verso i programmi di fidelizzazione in generale.