Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Tutto sulle notizie locali

3 minuti di lettura | Settembre 2017

Se credete che le notizie locali siano cadute in disuso, ripensateci. In realtà, la visione dei notiziari è aumentata dal 2015 al 2016 e ha mostrato una crescita continua nei primi mesi del 2017.

Secondo il Local Watch Report di Nielsen del primo trimestre 2017, i notiziari televisivi locali sono la fonte più comune di notizie in TV tra gli americani.

Ad esempio, per quanto riguarda il consumo di notizie televisive negli Stati Uniti, che comprende i notiziari locali, i notiziari via cavo e i notiziari nazionali, i notiziari locali hanno una portata maggiore tra le persone di età superiore ai 18 anni e tra le persone di età compresa tra i 25 e i 54 anni rispetto a qualsiasi altro segmento. La portata dei notiziari locali è del 18% superiore a quella dei notiziari nazionali e più del doppio (46% contro 22%) di quella dei notiziari via cavo tra gli adulti di età superiore ai 18 anni. Inoltre, la portata dei notiziari locali è del 25% superiore a quella dei notiziari nazionali e più del doppio (40% contro 17%) di quella dei notiziari via cavo tra le persone di età compresa tra i 25 e i 54 anni. Inoltre, gli adulti hanno trascorso due ore e 22 minuti a guardare i notiziari locali, più del doppio del tempo trascorso a guardare i notiziari nazionali.

In media, gli adulti dei mercati LPM consumano oltre 44 miliardi di minuti di contenuti giornalistici in TV in una settimana tipica, il che si traduce in quasi sei ore settimanali per persona (5:47). Le notizie rappresentano circa il 18,2% della visione televisiva totale, in crescita rispetto al 14,7% del 2015.

Per quanto riguarda il consumo di notizie, il nuovo rapporto ha rilevato che Memphis è il primo mercato Set Meter per tempo trascorso a guardare le notizie locali, con tre ore e 55 minuti per persona a settimana, mentre Cleveland è il primo mercato Local People Meter (LPM) con tre ore e 27 minuti.

Diversi, giovani e con un'impostazione locale

Ma la storia non finisce qui. Sul totale della popolazione, i notiziari locali raggiungono un numero maggiore di afroamericani rispetto ai notiziari nazionali trasmessi via radio e via cavo. Se si considera il consumo di notizie all'interno della razza/etnia, gli adulti afroamericani sono anche quelli che passano più tempo a guardare le notizie in TV, sette ore e 17 minuti a settimana. Gli adulti bianchi trascorrono un tempo leggermente inferiore (sei ore e 12 minuti a settimana), ma il consumo di notizie rappresenta il 19% della loro quota di visione televisiva, la più alta all'interno della razza e dell'etnia. Seguono gli adulti asiatici con il 18%, gli afroamericani con il 17% e gli ispanici con il 13%.

Per quanto riguarda i Millennial, il Local Watch Report del primo trimestre sfata l'idea errata che questo gruppo non guardi la televisione, in particolare le notizie locali. Oltre ad avere un elevato coinvolgimento di un pubblico eterogeneo, i notiziari locali hanno una composizione più elevata di spettatori giovani rispetto ai notiziari nazionali via etere e via cavo: il 27% del pubblico dei notiziari locali ha un'età compresa tra i 18 e i 49 anni, rispetto al 24% dei notiziari nazionali e al 19% dei notiziari via cavo.

Il consumo di notizie digitali è in aumento

C'è anche una forte crescita sul fronte delle notizie digitali. Nei 25 principali mercati televisivi statunitensi, il consumo di notizie tramite personal computer è aumentato del 100% e del 52% tramite smartphone dal 2015 all'inizio di quest'anno. Nel frattempo, il consumo di notizie nei mercati di medie dimensioni è aumentato del 98% tramite personal computer e del 64% tramite smartphone. Sebbene il consumo di notizie tramite smartphone e laptop/PC stia crescendo più rapidamente rispetto alla visione delle notizie sugli schermi televisivi tradizionali, la portata complessiva e il tempo trascorso a guardare le notizie locali in TV è molto più alto di quello trascorso su PC e smartphone.

Nell'universo del consumo settimanale di notizie (persone di età superiore ai 18 anni, portata media settimanale), i notiziari televisivi locali sono in testa con il 45,9%, i notiziari nazionali con il 38,8%, i notiziari via cavo con il 22,1%, i notiziari su smartphone con il 26,5% e quelli su personal computer con il 25%.

Cosa significa questo per il futuro delle notizie in generale? I dati dimostrano che le notizie locali occupano un posto importante e di rilievo nella vita delle persone, con un numero di telespettatori più elevato che mai che si sintonizzano per ottenere informazioni che riguardano la vita quotidiana nelle loro comunità.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti