Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Le feste portano i regali nell'etere radiofonico

2 minuti di lettura | Gennaio 2017

Mentre molti di noi si sono ampiamente lasciati alle spalle l'intensa stagione delle feste, le emittenti radiofoniche americane stanno facendo solo ora un bilancio dell'impatto che la musica delle feste ha avuto sulla loro programmazione di fine anno. La pubblicazione degli indici di ascolto Nielsen (Portable People Meter, PPM) per le festività natalizie chiude l'anno d'ascolto 2016, lasciandoci con alcuni risultati già noti all'inizio del 2017: l'impatto stagionale del formato interamente natalizio ha seguito le tendenze storiche e il formato News/Talk ha chiuso i battenti di un anno eccezionale.

Quest'anno il sondaggio sulle festività 2016 si è svolto per cinque settimane (dal 1° dicembre al 4 gennaio) per colmare un vuoto di programmazione nel sondaggio PPM. La maggior parte degli ascolti delle festività - che iniziano seriamente dopo il Giorno del Ringraziamento e raggiungono il picco a Natale - è stata catturata e riflessa nelle valutazioni.

L'Adult Contemporary (AC), che passa al formato interamente natalizio più di ogni altro formato, ha chiuso l'anno con una quota del 12,8% tra tutti gli ascoltatori 6+, in testa a tutti i formati. Inoltre, i risultati del sondaggio sulle festività 2016 sono in linea con quasi tutti gli altri anni di sondaggio comparabili, come si può vedere nella tabella seguente.

Per valutare l'impatto delle festività natalizie sui principali formati musicali, è utile osservare le tendenze a lungo termine di ciò che accade alla quota di pubblico tra novembre e il sondaggio delle festività. I formati AC e Soft AC aumentano grazie alla musica natalizia, l'ascolto di Pop Contemporary Hit Radio (CHR) e Mexican Regional diminuisce leggermente, mentre il Country è il formato più colpito dalla programmazione interamente natalizia.

Ecco uno sguardo a cinque anni di dati aggregati insieme, insieme ai risultati del 2016 per un confronto. L'indagine sulle vacanze di quest'anno ha interessato i principali formati esattamente come previsto.

Per quanto riguarda il mondo delle radio parlate, in particolare il formato News/Talk, il 2016 è stato un anno di grande successo, grazie agli ascolti incrementati da una stagione politica senza precedenti. Ne parleremo nei prossimi giorni con uno sguardo agli ascolti combinati di tutti i formati basati sulle notizie, ma per il momento i risultati del libro Holiday, riportati di seguito, parlano da soli.

Il formato News/Talk ha in genere un ascolto più basso durante il sondaggio delle vacanze rispetto ad altri periodi dell'anno, soprattutto perché avviene nel bel mezzo dei periodi di ascolto più forti dell'anno solare: l'autunno e l'inverno. Ma dato l'interesse per la copertura che ha preceduto le elezioni presidenziali americane, il 2016 ha continuato ad essere in controtendenza, come abbiamo riferito, e il libro delle vacanze è stato uno dei più forti mai registrati per News/Talk, dopo le nostre storiche elezioni.

I dati utilizzati in questo articolo comprendono un pubblico multiculturale. Il pubblico dei consumatori ispanici è composto da popolazioni rappresentative di lingua inglese e spagnola.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti