Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

I top del 2018: Televisione

2 minuti di lettura | Dicembre 2018

Inutile dire che la televisione nel 2018 ha offerto molti drammi - dal punto di vista del genere, ovviamente - e l'anno non è ancora finito. Gli ultimi 12 mesi hanno tenuto i telespettatori incollati alle loro poltrone (in alcuni casi, agli sgabelli dei bar), con misteri storici di omicidio, racconti apocalittici, aerei soprannaturali e una cottura a fuoco lento molto problematica.

Ma i telespettatori hanno anche trovato molti spunti per una tregua. Dai battibecchi tra i social, ai reboot e agli spinoff dei classici della commedia, fino a un talent show che ha attraversato l'intera nazione, il pubblico si è assicurato di ridere e ammirare lo straordinario dopo tutte le lacerazioni della poltrona e le sofferenze dei drammi televisivi.

Per non parlare del fatto che si sono assicurati di andare in palestra, abbronzarsi e fare il bucato, anche dopo 10 anni.

Lo sport, ancora una volta, ha conquistato il pubblico più numeroso dell'anno. Il football, in particolare, ci ha tenuti sintonizzati con le partite che hanno visto protagonisti Stephon Diggs e un certo miracolo in Minnesota. Sui palcoscenici più importanti, sono stati i quarterback di riserva a fornire prestazioni che avrebbero reso Rocky orgoglioso: i Crimson Tide hanno sconfitto i Georgia Bulldogs in un thriller ai tempi supplementari, mentre Nick Foles e i suoi Eagles hanno scalzato i potenti New England Patriots dal trono del football.

Le famiglie di tutti i tipi sono state in bella mostra anche nella lista dei migliori show dell'anno, sia che siano stati guardati in diretta che in differita. Quest'anno si è visto come l'amore e la tragedia stiano mettendo insieme la storia di una famiglia, ma anche come gli scherzi, le disavventure e i figli ribelli stiano raccogliendo i pezzi di un'altra.

Nel 2018 la televisione ha offerto una quantità sempre più diversificata di contenuti di qualità. Con più cose da guardare e più modi per farlo, gli spettatori dovrebbero essere entusiasti di ciò che il nuovo anno ha da offrire.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti