Passa al contenuto
Approfondimenti > Digitale e tecnologia

Twitter è cresciuto del 1.444% rispetto all'anno scorso; il tempo trascorso sul sito è aumentato del 175%.

1 minuto di lettura | Giugno 2009

I dati di maggio 2009 di Nielsen Online mostrano che le persone continuano a trascorrere più tempo sui siti di social network e blog che mai, con un aumento dei minuti totali dell'82% rispetto all'anno precedente e un aumento del tempo medio per persona del 67% rispetto all'anno precedente nel maggio 2009. Twitter.com è stato il marchio Web con la crescita più rapida nel maggio 2009, con un aumento del 1.448% rispetto all'anno precedente, passando da 1,2 milioni di visitatori unici nel maggio 2008 a 18,2 milioni nel 2009. Nonostante sia il marchio con la crescita più rapida su base annua, la crescita di Twitter su base mensile ha iniziato a rallentare, con un aumento del 7% rispetto ad aprile. Il tempo medio di permanenza su Twitter è aumentato del 175% rispetto all'anno precedente, passando da 6 minuti e 19 secondi nel maggio 2008 a 17 minuti e 21 secondi nel maggio 2009. Tuttavia, la crescita mensile è stata piatta, con un calo dell'1% rispetto ad aprile 2009.

Statistiche di Facebook e Myspace

  • Con 144,3 milioni di visitatori unici, Facebook è stata la destinazione di social networking numero 1 a livello globale nel maggio 2009, il settimo mese consecutivo in cui Facebook si è posizionato al primo posto.
  • Maggio 2009 ha segnato anche il 5° mese consecutivo in cui Facebook è stato il primo social network.

    negli Stati Uniti, con 75,4 milioni di visitatori unici, un aumento del 190%.

    oltre maggio 2008

  • Myspace.com ha continuato ad essere il primo sito di social networking nella classifica dei video totali.

    maggio, con 116,1 milioni di streaming video.

  • Gli spettatori unici di contenuti video su Myspace.com sono aumentati del 22,9% rispetto al mese precedente,

    da 9,9 milioni nell'aprile 2009 a 12,2 milioni nel maggio 2009.

Scarica i dati Nielsen Online di maggio 2009 sui social network.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti