Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Un buon contenuto è un buon contenuto: La scelta è la forza trainante dei cambiamenti nelle abitudini di visione della TV

1 minuto di lettura | Aprile 2019

TV è una parola importante e un tempo era facile da definire. Oggi, tuttavia, i consumatori usano la parola "TV" in modo intercambiabile per riferirsi a tutti i tipi di contenuti video e hanno cambiato la definizione di televisione. Il vasto accesso ai contenuti e la tecnologia nascente stanno rivoluzionando il modo in cui i consumatori vedono la TV oggi. Secondo il più recente Nielsen Total Audience Report, più di due terzi delle case statunitensi hanno accesso a un servizio di video on-demand in abbonamento (SVOD), che offre una maggiore scelta di contenuti e di "canali".

Ma la tecnologia non ci ha dato solo nuove piattaforme. Ci ha dato anche nuovi modi per accedere alle piattaforme e questo sta cambiando di fatto il modo in cui classifichiamo le famiglie televisive. Mentre tre quarti delle case statunitensi utilizzano un fornitore tradizionale di servizi via cavo o via satellite per accedere ai contenuti, i consumatori si stanno rivolgendo a fornitori di servizi via etere (OTA), solo Internet o di servizi via cavo virtuali per ricevere i contenuti sul televisore.

All'indomani della pubblicazione dell'ultimo rapporto Nielsen Total Audience, Peter Katsingris, SVP Audience Insights di Nielsen, parla di come la definizione di TV sia cambiata nel corso degli anni, del clamore suscitato dai servizi di streaming e dell'impatto dello stile di vita on-demand dei consumatori.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti