Passa al contenuto
Approfondimenti > Sport e giochi

Console di gioco nel 2015: Uno sportello unico per i giochi e l'intrattenimento

2 minuti di lettura | Aprile 2015

Poco più di quattro anni fa, il pubblico statunitense delle console per videogiochi ha iniziato a dedicare più tempo alla console ad attività diverse dal gioco. Oggi questa tendenza si è rafforzata, in quanto i possessori utilizzano attivamente le loro console per un'ampia gamma di attività, tra cui la visione della TV, lo streaming video, la visione di dischi Blu-ray e l'esplorazione di Internet. In effetti, i giochi rappresentano solo la metà del tempo trascorso sulle console.

Le vendite delle console di ottava generazione hanno continuato a crescere nel corso dell'ultimo anno, in quanto i produttori hanno commercializzato sia le loro capacità di gioco che quelle non di gioco. Tuttavia, il gioco rimane l'attività principale su questi dispositivi: il Nielsen 360° Gaming Report ha rilevato che oltre l'80% degli utenti di ottava generazione gioca con le proprie console. Il rapporto ha anche identificato le differenze tra il gioco online e offline nelle tre console: Microsoft Xbox One è in testa al gioco online, mentre Nintendo Wii U e PlayStation 4 sono più utilizzate per il gioco offline.

In generale, la propensione dei giocatori a giocare online è aumentata in tutte le generazioni di console, con Nintendo che ha registrato la crescita maggiore di giocatori online, passando dal 27% degli utenti Wii nel 2010 al 50% degli utenti Wii U nel 2014. Il gioco offline è meno comune su Xbox One rispetto a Xbox 360 quattro anni fa, anche se le percentuali di gioco offline potrebbero cambiare con l'evolversi della base di consumatori e della libreria di giochi per Xbox One.

Con l'aumento della popolarità di servizi di streaming come Netflix, Hulu Plus e Amazon Prime Instant Video, è aumentata anche la visione di video sulle console di gioco. Ad esempio, il 51% degli utenti di Xbox One guarda video-on-demand e video in abbonamento online sulle proprie console, rispetto a solo il 26% degli utenti di Xbox 360 nel 2010, mentre le piattaforme Sony mostrano una tendenza simile.

Anche se i modelli di utilizzo variano a seconda del sistema, la quota totale di attività settimanale tra le console riflette un aumento dell'utilizzo non videoludico. Attualmente, i consumatori dichiarano di trascorrere il 50% del loro tempo su console giocando, rispetto al 60% degli anni precedenti. Anche il modo in cui trascorrono il tempo senza giocare si è evoluto: gli utenti sono ora più propensi a dedicarsi ad attività che quattro anni fa erano più di nicchia (come guardare brevi videoclip, ascoltare musica e utilizzare Internet). Grazie ai miglioramenti apportati alle interfacce utente delle console e alla rapida diversificazione del menu di applicazioni per ogni sistema, i produttori stanno offrendo ai giocatori e ai non giocatori ancora più opportunità di intrattenimento attraverso i sistemi di gioco.

Per ulteriori informazioni sulle tendenze del gioco, registratevi al nostro webinar U.S. Gaming, A 360° View.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti