Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Dal buzz alle vendite L'impatto di X-Factor nel Regno Unito

4 minuti di lettura | Gennaio 2010

Un'analisi di Nielsen Company su X Factor nel Regno Unito rivela che le guest star scoperte originariamente dai talent show hanno registrato i livelli più alti di vendite, di buzz e di airplay radiofonico.

Vendite di download digitali nel Regno Unito

Secondo l'ente di categoria dell'industria musicale, la BPI, i download digitali rappresentano il 98% delle vendite di singoli nel Regno Unito. Non sorprende che le vendite di download per i brani eseguiti da ciascuna guest star nello show dei risultati di X Factor siano aumentate perché, nella maggior parte dei casi, coincidevano con l'uscita digitale del singolo o dell'album. Tuttavia, anche i brani già disponibili per l'acquisto prima dello show hanno registrato forti aumenti nelle vendite.

Quattro delle cinque guest star che hanno venduto il maggior numero di download della loro canzone nel Regno Unito durante la settimana successiva alla loro apparizione sono delle scoperte dei talent show televisivi. In testa c'è Cheryl Cole, delle vincitrici di Popstars: The Rivals delle Girls Aloud, che ha venduto oltre 221.000 copie del suo singolo "Fight For This Love" nella settimana successiva alla sua esibizione. La Cole è stata seguita dai finalisti di X Factor 2008, Alexandra Burke (145.320) e JLS (86.725). Dopo i Black Eyed Peas (79.706), la vincitrice di X Factor 2006 Leona Lewis si è piazzata al quinto posto con 67.404 copie vendute di "Happy", la sua prima delle due esibizioni della finale 2009.

x-fattore3

Un'esibizione a X Factor ha avuto un effetto enorme sui brani già disponibili per l'acquisto. Shakira ha tratto il massimo beneficio dalla partecipazione al programma, vendendo il 358% di copie in più di "Did It Again" la settimana successiva allo show rispetto a quella precedente, anche se il brano era disponibile per l'acquisto già da 5 settimane. "Cry Me a River" di Michael Bublé era già disponibile da una settimana prima della sua apparizione, tramite l'album, ma ha beneficiato di un aumento delle vendite del 323% la settimana successiva allo show. L'esibizione di Leona Lewis con "Stop Crying Your Heart Out" - la sua seconda esibizione durante la finale del 2009 - ha contribuito a un aumento delle vendite del 215%, anche se il brano era già disponibile, tramite l'album, da un mese.

x-fattore1

Buzz online

Per quasi tutte le 18 guest star che hanno promosso un brano a X Factor, il buzz online nel Regno Unito è aumentato dopo la loro esibizione. Solo George Michael, Rihanna e Bon Jovi hanno registrato una diminuzione delle menzioni online o della "chiacchierabilità". Le otto star di cui si è parlato di più durante i quindici giorni della loro apparizione erano tutte donne, guidate dalle precedenti vincitrici di X Factor Leona Lewis, per la sua esibizione di "Happy", e Alexandra Burke.

x-fattore2

Così come le star scoperte dai talent show televisivi hanno venduto il maggior numero di download digitali, hanno tendenzialmente beneficiato di più in termini di aumento dei livelli di buzz online (aumento medio dell'87%) intorno alla loro esibizione a X Factor rispetto alle loro controparti che hanno raggiunto la fama attraverso vie tradizionali (45%). Susan Boyle (139%) e JLS (138%) hanno beneficiato maggiormente in termini di aumento dei livelli di buzz durante la settimana che inizia la domenica della loro esibizione, rispetto alla settimana precedente. Alicia Keys (130%) e Whitney Houston (114%) sono stati gli artisti "tradizionali" con il maggior incremento dei livelli di buzz online.

Airplay radiofonico

I Westlife sono stati gli unici ospiti per i quali lo show ha rappresentato il debutto della canzone - tutti gli altri hanno trasmesso la loro canzone alla radio per periodi di tempo variabili prima della loro esibizione a X Factor.

Il maggior numero di ascolti radiofonici nella settimana di un'esibizione è correlato in modo quasi identico al maggior numero di vendite di download, ed è dominato dalle guest star dei "talent show televisivi". Cheryl Cole è in testa (3.082 ascolti), seguita da Alexandra Burke (2.748) e JLS (2.554). "Happy" di Leona Lewis si è piazzata al quinto posto (2.069), ma dietro a Whitney Houston (2.284) e ai Black Eyed Peas.

In termini di aumento dell'airplay radiofonico, Mariah Carey è stata di gran lunga la più grande beneficiaria di un'esibizione a X Factor, con un aumento del 297% delle riproduzioni di "I Want To Know What Love Is", nonostante la canzone sia stata trasmessa per la prima volta in radio nel Regno Unito 12 settimane prima. Segue Alicia Keys, con un aumento del 72% delle riproduzioni di "Doesn't Mean Anything", il cui debutto in radio risale a sette settimane prima. Al terzo posto Susan Boyle, con "Wild Horses" che ha beneficiato di un aumento del 71% dell'airplay, sei settimane dopo il debutto.

Jean Littolff, Managing Director di Nielsen Music Control, afferma: "Il programma di risultati di X Factor è un importante veicolo di marketing per le star affermate, in particolare per quelle scoperte attraverso il mezzo del talent show televisivo stesso. Questo tipo di artisti tende ad avere un'attività maggiore in termini di vendite di download, di diffusione online e di passaggi radiofonici dopo l'esibizione. Tuttavia, l'impatto maggiore in termini di variazione dei livelli di attività prima e dopo l'esibizione si ha per gli artisti che hanno percorso una strada più tradizionale verso la fama".

  • Per ulteriori informazioni, scaricare il comunicato stampa completo del Regno Unito su X-Factor.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti