Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

I leader dei media discutono del passaggio dei consumatori alla multipiattaforma

2 minuti di lettura | Giugno 2012

In occasione dell'evento Consumer 360 di Nielsen, il presidente dei prodotti media globali e delle soluzioni per gli inserzionisti, Steve Hasker, ha dato il via a un panel condividendo gli ultimi dati di Nielsen sull'utilizzo di schermi e dispositivi multipli da parte del pubblico. La rapida adozione da parte dei consumatori sta determinando un passaggio alle opzioni digitali, mobili e on-demand. Solo negli ultimi 12 mesi, la penetrazione degli smartphone è aumentata del 34%, l'adozione dei tablet del 400% e la TV connessa a Internet del 25%.

crescita multipiattaforma

Questi aumenti creano sia sfide che opportunità per la comunità del marketing e dei media. Hasker ha parlato del Cross-Platform Ratings di Nielsen, che analizza l'audience attraverso la TV e l'online, con l'intenzione di estendere l'analisi ai tablet e ai dispositivi mobili. "Stiamo incorporando la visione multipiattaforma nei tablet e nei dispositivi mobili. Il nostro prossimo passo è raddoppiare le dimensioni del nostro panel a 20.000", ha dichiarato.

Durante la tavola rotonda, il gruppo ha approfondito le principali tendenze delle strategie multipiattaforma. John Spadaro, SVP, Managing Director Research di Zenith, un'agenzia di pianificazione e acquisto di media strategici, ha affermato che i suoi clienti si concentrano sulla ricerca del posto giusto per trovare il consumatore giusto. "Non è una questione di come utilizzare un canale specifico. Semplicemente non si può avere successo in un ambiente monocanale".

Peter Seymour, EVP Strategy and Research di Disney Media Networks, ha fatto eco a questo sentimento. Disney osserva ciò che i consumatori vogliono, come si comportano e le differenze nei modelli di comportamento tra le varie piattaforme. Tutti questi elementi determinano dove e come offrire l'esperienza Disney ai consumatori. Quando si tratta di distribuire contenuti sulle varie piattaforme, Seymour afferma che non esiste una taglia unica per tutti. "Ci sono differenze di situazione e di età. Se i bambini guardano i video sul sedile posteriore dell'auto, noi li mettiamo in condizione di fruire dei video su cellulare".

Brad Smallwood, responsabile del settore Measurement and Insights di Facebook, ha dichiarato di considerarsi un'azienda multipiattaforma e di guardare alla collaborazione come fonte di crescita. "Riconosciamo che il futuro per noi è molto legato allo sviluppo di persone sulla nostra piattaforma. Collaborazioni con Zynga, social TV... è lì che vediamo la nostra crescita". Clint McClain, Sr. Director of Marketing di Walmart, ritiene che la collaborazione sia importante per il coinvolgimento dei consumatori. "Sono alla ricerca di un'innovazione che possiamo costruire insieme per il consumatore. Sono disposto a lanciare i dadi: basta che mi diciate che i clienti saranno più coinvolti".

Anthony Risicato, General Manager di VideoHub, ha parlato del suo interesse per il comportamento dei consumatori su tutte le piattaforme e, in particolare, dell'influenza che le piattaforme hanno l'una sull'altra. "Vogliamo essere in grado di vedere dove ci sono correlazioni tra i modelli di visione e poter prendere decisioni in base a questo".

Per ulteriori informazioni, scaricare il rapporto multipiattaforma di Nielsen.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti