Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Utenti Bluetooth indossabili, consumatori costantemente connessi

2 minuti di lettura | Giugno 2014

Il termine "wearables" sembra essere un nome familiare in questi giorni, dato che i tipi di dispositivi connessi disponibili che i consumatori possono, beh, indossare, continuano a evolversi. E con l'evoluzione si evolvono anche i piani dati degli utenti. Infatti, i risultati di una nuova analisi Nielsen mostrano che i possessori di wearable con sistema operativo Android sono utenti di smartphone molto impegnati, che accedono a una serie di app e utilizzano una quantità di dati significativamente maggiore rispetto alla media degli utenti Android.

L'analisi, che ha utilizzato l'Electronic Mobile Measurement (EMM) per rilevare l'utilizzo effettivo dei dispositivi Bluetooth indossabili alimentati da Android, ha individuato un'impennata nell'uso di questi dispositivi tra settembre 2013 e febbraio 2014. A febbraio, 2,5 milioni di questi utenti possedevano un dispositivo indossabile, come fitness tracker o smartwatch, quasi cinque volte di più rispetto a settembre 2013. Inoltre, questi possessori di wearable hanno utilizzato i loro dispositivi in media 14 volte nel corso del mese.

Sia i consumatori che i produttori sono stati attenti alla salute e hanno utilizzato la tecnologia per raggiungere gli obiettivi di fitness. Infatti, il 60% dei dispositivi indossabili accessibili tramite smartphone Android sono classificati come fitness tracker e l'8% sono dispositivi mHealth (salute mobile). Gli smartwatch, che offrono anche funzioni che possono essere utilizzate per monitorare la propria salute, rappresentano un quarto dei dispositivi indossabili posseduti dagli utenti Android.

L'aumento dell'uso dei dispositivi per il fitness ha fatto crescere anche l'utilizzo delle app per il fitness. A febbraio 2014, Fitbit (1,6 milioni di utenti unici), Calorie Counter & Diet Tracker di MyFitnessPal (429.000 utenti) e Nexercise (340.000 utenti) erano le prime tre app di fitness tra gli utenti di wearable.

Cos'altro fanno gli utenti di wearable sui loro smartphone? In generale, gli utenti di wearable sono navigatori sociali che navigano sul web, accedono ai siti di social network, inviano messaggi di testo e utilizzano i servizi di localizzazione in misura maggiore rispetto all'utente medio di telefonia mobile. Sono anche più propensi a utilizzare servizi di ricerca, e-mail e mappe. Nel solo mese di febbraio 2014, gli utenti di wearable hanno trascorso 12 ore e 22 minuti sul browser web, 11 ore e 27 minuti sui siti di social networking e 6 ore e 33 minuti di messaggi di testo sui loro dispositivi, molto più dell'utente mobile medio.

La costante connessione degli utenti di dispositivi indossabili è visibile anche dal loro utilizzo complessivo del servizio dati e del Wi-Fi. L'utente medio di Android utilizza 5,61 GB di dati al mese, mentre l'utente medio di dispositivi Bluetooth indossabili ne utilizza quasi il doppio, 9,49 GB. Inoltre, il volume medio di dati per persona su rete Wi-Fi per gli utenti di wearable è superiore del 74% rispetto a tutti gli utenti adulti di Android.

Metodologia

Le informazioni sull'utilizzo dei dispositivi indossabili Bluetooth e delle app mobili da parte degli utenti Android sono state raccolte utilizzando Electronic Mobile Measurement (EMM), il software di Nielsen installato su smartphone degli intervistati (circa 5.000 intervistati di età superiore ai 18 anni, con telefoni Android e iOS).

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti