Passa al contenuto
Approfondimenti > Sport e giochi

Lo stato di avanzamento dell'intrattenimento domestico

2 minuti di lettura | Agosto 2017

Molti premono play, ma chi è disposto a pagare? Nell'ultimo anno, la visione di video digitali è aumentata sia per i contenuti gratuiti che per quelli a pagamento. E sempre più adolescenti sono disposti a pagare per i contenuti digitali: il 63% ha dichiarato di aver acquistato video digitali nell'ultimo anno, rispetto al 45% del 2016.

Nonostante l'aumento del consumo di video digitali, tuttavia, il pubblico giovane non ha rinunciato a DVD e Blu-ray: i Millennial hanno dichiarato di aver acquistato più video fisici nell'ultimo anno rispetto a un anno prima. Cosa spinge questi acquisti? Secondo il Nielsen Video 360 Report, le motivazioni che spingono a conservare le copie cartacee dei video sono il desiderio di arricchire la propria collezione, le funzioni bonus e la possibilità di guardarli quando non è disponibile l'accesso a Internet.

Come fanno i consumatori a scoprire i nuovi video, film e programmi televisivi più interessanti? Il passaparola è ancora al primo posto per tutte le età. I social media sono il principale fattore di differenziazione tra le generazioni, con solo il 29% della popolazione generale che scopre nuovi contenuti dai social media. In confronto, il 45% degli adolescenti e dei Millennials si rivolge ai social media online preferiti per vedere cosa vale la pena di scoprire.

I social network sono un fattore che spinge il consumo di contenuti video di breve durata. Tra le persone che hanno guardato contenuti video di breve durata negli ultimi tre mesi, il 66% della popolazione generale e il 72% degli adolescenti e dei Millennials ha dichiarato di guardare solitamente contenuti provenienti dai social media. In un mondo in cui i tempi di attenzione si riducono, quasi la metà della popolazione dichiara di guardare più contenuti di breve durata rispetto a un anno fa. I video di breve durata tratti da programmi televisivi, segmenti di notizie, contenuti generati dagli utenti e video musicali stanno guadagnando popolarità tra tutte le età, soprattutto tra gli adolescenti e i Millennials. Perché? Gli amanti del formato breve affermano di vedere contenuti nuovi e migliori e che gli amici condividono maggiormente i video sui social network.

Per ulteriori approfondimenti, scaricate il Video 360 Report di Nielsen.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti