Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Pubblicità e pubblico: Stato dei media

1 minuto di lettura | Maggio 2014

Il panorama pubblicitario si sta evolvendo a un ritmo senza precedenti, influenzato in gran parte da due fattori: i cambiamenti demografici e la frammentazione dei media. I cambiamenti nella popolazione stanno creando una base di consumatori più giovani, più diversificati e più esperti di tecnologia. Ma entrare in contatto con loro è diventato più complicato a causa dell'esplosione del numero di opzioni di visualizzazione. Il pubblico ora si sposta senza problemi da una piattaforma all'altra per vedere e parlare dei propri programmi preferiti. Ben l'86% dei possessori di smartphone negli Stati Uniti dichiara di utilizzare i propri dispositivi come secondo schermo mentre guarda la TV, e quasi la metà lo fa ogni giorno.

Per capire come stanno coinvolgendo il pubblico e massimizzare l'efficacia degli annunci, gli inserzionisti devono ottimizzare e misurare la diffusione del pubblico, l'aumento del brand e l'impatto sulle vendite con metriche comuni su tutti gli schermi. Fortunatamente, esistono soluzioni di misurazione dei dati che ottimizzano la portata e la risonanza per ottenere la massima reazione. Queste "tre R" - reach, resonance e reaction - come quadro di riferimento per l'efficacia del marketing sono un modo semplice ma potente e, soprattutto, comprovato per comprendere le performance pubblicitarie.

Famiglie televisive per razza/etnia, dal 1995 al 2014

Non sono solo le abitudini di visione a evolversi: anche il pubblico televisivo statunitense si sta trasformando, e questo è un altro aspetto importante da considerare per gli operatori di marketing che cercano di far crescere le loro attività e di raggiungere nuovi clienti. In meno di 20 anni (dal 1995), la quantità di famiglie televisive afroamericane è aumentata di quasi il 40% e le famiglie televisive ispaniche sono più che raddoppiate.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti