Passa al contenuto
Approfondimenti > Media

Mentre il panorama audio si evolve, la radio broadcast rimane il re

3 minuti di lettura | Febbraio 2018

Ogni anno in America ci sono sempre più modi per ascoltare informazioni e intrattenimento. Radio, streaming on-demand, podcast, servizi di radio digitale, radio satellitare... l'elenco continua a crescere. Inoltre, è indubbio che ci troviamo in un'epoca d'oro per i media in generale, poiché i contenuti sono disponibili ovunque e su tutti i dispositivi. Tuttavia, secondo il rapporto Nielsen sulle metriche comparabili del secondo trimestre 2017, la radio rimane il modo migliore per raggiungere i consumatori su tutte le piattaforme mediatiche.

Ogni settimana, gli americani si sintonizzano sulla radio AM/FM (93%) più di quanti guardino la televisione o utilizzino smartphone, tablet o computer. Allo stesso tempo, lo streaming audio offre ai consumatori un numero ancora maggiore di modi per ascoltare su molti di questi stessi dispositivi.

Ogni settimana, gli americani si sintonizzano sulla radio (93%) più di quanto guardino la televisione o usino smartphone, tablet o computer.

Quindi, per fare un vero confronto tra mele e mele, dobbiamo considerare la radio AM/FM (sia le stazioni via etere che i loro flussi online) insieme a tutte le forme di streaming audio (app e siti web che trasmettono sia musica che talk) e ricorrere a metriche comparabili. Questo ci permette di approfondire l'uso dell'audio e di valutare gli ascoltatori, utilizzando tre concetti di base che possono essere applicati a tutti i media: quanti, quanto spesso e quanto a lungo. Se si considerano queste misure comparabili, possiamo vedere come si posizionano la radio AM/FM e lo streaming audio.

Quanti: Per quanto riguarda il numero di ascoltatori, la radio AM/FM continua a raggiungere ogni settimana un numero di persone significativamente maggiore rispetto a qualsiasi altro mezzo di comunicazione negli Stati Uniti, con 228,5 milioni di adulti di età superiore ai 18 anni, rispetto ai 216,5 milioni della TV (in diretta, DVR e in differita), ai 204 milioni delle app/web su smartphone e ai 127,6 milioni dei video su smartphone. Guardando al panorama audio, la portata settimanale della radio broadcast, pari a 228,5 milioni, supera anche i 67,6 milioni dello streaming audio, i 35,9 milioni della radio satellitare e i 20,7 milioni dei podcast.

Con quale frequenza: Gli americani usano la radio cinque giorni alla settimana, contro i tre giorni dello streaming su smartphone e tablet e i due giorni dello streaming su computer.

Quanto tempo: Comprendendo la portata (quanti) e la frequenza di utilizzo (quanto spesso) di ciascuna forma di audio, possiamo calcolare il tempo trascorso (quanto tempo) sia per la radio che per lo streaming audio. Confrontando i minuti lordi - il tempo totale trascorso sommando tutti gli utenti P18+ - la radio supera lo streaming audio di 14:1 in una settimana media.

Sommando i minuti totali della radio AM/FM e dello streaming audio si arriva a più di 202 miliardi di minuti a settimana, con la radio AM/FM che rappresenta il 93% dei minuti totali settimanali, rispetto al 7% circa dello streaming audio.

Con la continua espansione del panorama audio, i consumatori avranno a disposizione un numero sempre maggiore di opzioni, dato che la tecnologia fa progredire l'utilizzo di tutti i media. In tutti questi cambiamenti, la radio AM/FM continua a raggiungere un numero maggiore di persone e a dedicare il maggior numero di ore all'audio.

Approvvigionamento

Il rapporto Nielsen sulle metriche comparabili del secondo trimestre 2017 utilizza i dati di misurazione dell'audience di una settimana media nel secondo trimestre del 2017. I dati della radio AM/FM provengono dai sistemi RADAR e National Regional Database di Nielsen. I dati sull'audio in streaming provengono dal panel Electronic Mobile Measurement (EMM) di Nielsen e comprendono i siti e le applicazioni internet utilizzate su smartphone, computer e tablet che sono specificamente progettati per fornire contenuti audio sia per la musica che per il parlato (ad esempio, Pandora, Spotify, iHeartRadio). I dati per la descrizione del panorama audio nel paragrafo "Quanti" utilizzano Nielsen Scarborough USA+ Release 1 2017, che rileva i siti di radio/musica online settimanali (ad esempio Pandora, Spotify, iHeartRadio, TuneIn) utilizzati per rappresentare lo streaming audio, nonché il consumo di radio satellitari e podcast.

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti