Passa al contenuto
Approfondimenti > Sport e giochi

L'effetto GRAMMY: come la serata più importante della musica stimola le vendite e il coinvolgimento degli artisti

3 minuti di lettura | Febbraio 2015

Grazie all'elevato numero di spettatori, i GRAMMY Awards possono avere un impatto positivo sulle vendite di musica degli artisti nominati e vincitori. Ma al giorno d'oggi, le vendite di album e canzoni sono solo una parte del frammentato ecosistema musicale. Il consumo di musica oggi è misurato in modo più accurato da più metriche: vendite, stream, airplay e social, che forniscono la visione più accurata di come un artista stia veramente risuonando con i fan.

Anche gli artisti che godono di enormi livelli di vendite, stream e airplay possono trovare nuovo pubblico e ottenere aumenti significativi grazie ai GRAMMY. Le vendite digitali di "Stay with Me" di Sam Smith, che è stata una colonna portante delle classifiche digitali fin dalla sua uscita l'anno scorso, sono aumentate del 721% dopo che l'esordiente britannico ha ottenuto le sue quattro vittorie ai GRAMMY e ha eseguito la canzone durante la trasmissione. Allo stesso modo, i suoi flussi totali on-demand (sia audio che video) sono aumentati del 14% rispetto a un livello già milionario. I dati di Music Connect di Nielsen mostrano che anche il numero di nuovi Facebook Likes e Twitter followers è aumentato rispettivamente del 44% e del 70%.

La vittoria di Beck per l'Album dell'Anno ha generato un'enorme copertura mediatica, favorita anche da una piccola polemica con Kanye West. A dimostrazione dell'effetto della vittoria di un GRAMMY per un artista probabilmente non così noto come Beyoncé, le vendite digitali di "Heart Is a Drum" di Beck sono salite alle stelle, con un incremento di oltre il 35.000% nel giorno dell'evento e in quello successivo rispetto agli stessi due giorni della settimana precedente. Anche il suo seguito sui social media è cresciuto, con un aumento del numero di nuovi "like" su Facebook di oltre il 360% e di follower su Twitter del 689% rispetto alla settimana precedente. Nel frattempo, la controversa invasione di palco di Kanye e la sua performance di "Only One" hanno contribuito a incrementare le vendite dei suoi brani di oltre il 475% e ad aumentare il suo già alto livello di streaming di un ulteriore 14%.

Alcuni dei maggiori incrementi nel consumo di musica dopo i GRAMMY riguardano artisti meno noti o meno visibili ai media statunitensi che si esibiscono durante la telecronaca. Il fine settimana precedente la trasmissione dei GRAMMY, le vendite digitali di "Hold My Hand" di Brandy Clark erano a una cifra. Dopo aver eseguito il brano con Dwight Yoakam durante la trasmissione, le vendite sono balzate a migliaia, con un aumento di oltre il 150.000%. La superstar Annie Lennox ha pubblicato un album di standard americani lo scorso settembre. Dopo l'esecuzione di "I Put A Spell On You", i social media, gli stream e le vendite sono più che raddoppiati rispetto alla settimana precedente, mentre i giri radiofonici sono aumentati del 13% nel formato Hot 100 e del 25% nelle radio Rock. Quando la superstar latina Juanes ha eseguito "Juntos" in spagnolo durante la trasmissione, le rotazioni complessive dell'artista sono aumentate del 3,5% nelle radio latine e di oltre il 20% nel formato radiofonico messicano. Anche le vendite e gli stream sono aumentati.

A volte non è necessario essere nominati, e nemmeno partecipare a un evento, per avere un impatto. Durante la telecronaca dei GRAMMY della CBS, Target ha utilizzato quattro minuti di pubblicità per presentare una performance dal vivo della rock band Imagine Dragons. Grazie al product placement integrato, l'inserzionista è diventato un creatore di contenuti, offrendo un'emozionante performance di marca ai 16,3 milioni di famiglie e ai 10,5 milioni di adulti nell'ambita fascia demografica 18-49 che si sono sintonizzati quella sera. Il numero di nuovi like su Facebook della band è aumentato di oltre il 30% e i nuovi follower su Twitter sono aumentati di oltre il 5% rispetto alla settimana precedente.

"Quando si tratta di coinvolgere gli appassionati di musica, la trasmissione dei GRAMMY non ha eguali", afferma David Bakula, SVP Industry Insights di Nielsen Entertainment. "I GRAMMY continuano a essere un enorme motore di conoscenza e scoperta. Questo è evidente nell'aumento delle vendite, dello streaming, dei follower sui social e dell'attività sul web".

Se da un lato è bello vincere e andare in onda, dall'altro i risultati dimostrano che i vincitori, gli artisti, i nominati e persino i marchi possono trarre vantaggio dalla grande serata di celebrazione della musica.

Metodologia

Dati sulle vendite digitali, lo streaming, l'airplay e i social di Nielsen Music Connect Digital; dati sulle vendite e lo streaming raccolti l'8 e il 9 febbraio 2015 e confrontati con quelli dell'1 e del 2 febbraio 2015. Dati sui social media raccolti nella settimana conclusasi l'8 febbraio 2015 e confrontati con quelli della settimana conclusasi il 1° febbraio 2015.