Passa al contenuto
Approfondimenti > Pubblico

Educare gli australiani a investire nella propria sicurezza

3 minute read | Kate Kopczynski, Associate Director Nielsen Consumer & Media View e Akshara Risbud, Senior Executive Consumer & Media View | Dicembre 2019

Un'opportunità per viaggi e assicurazioni

Il mondo può essere un posto spaventoso a volte, e l'odierno panorama digitale è in grado di ingigantire tutto ciò che accade, compresi gli atti peggiori, come gli atti di terrore e i disastri naturali. L'ingrandimento di questi incidenti fa sì che gli australiani siano sempre più preoccupati per la loro sicurezza quando viaggiano, e il 61% dichiara che questo influisce sul loro desiderio di viaggiare. Infatti, il 28% dei giovani tra i 18 e i 24 anni e il 43% delle persone di 25 anni e più affermano di viaggiare meno per questo motivo. 

La preoccupazione per la sicurezza non influisce solo sul fatto che i consumatori viaggino o meno. Determina anche il modo in cui viaggiano. Ad esempio, molti australiani prendono ampie precauzioni prima di partire per un viaggio. In particolare, le visite al sito web Smart Traveller del governo australiano sono aumentate del 49% rispetto all'anno scorso. 

Tra coloro che sono preoccupati per il viaggio, il 41% continua a viaggiare. Questo gruppo rappresenta un'opportunità unica per l'industria dei viaggi di educare e investire nella loro sicurezza, dato il loro probabile interesse a conoscere le precauzioni da prendere quando si viaggia, i viaggi organizzati e le destinazioni di viaggio sicure. 

Interessante per gli australiani attenti alla sicurezza

Per massimizzare la risonanza delle campagne, i responsabili del marketing devono capire cosa cercano gli australiani attenti alla sicurezza in una vacanza.

Molti viaggiatori preferiscono rimanere nelle destinazioni che percepiscono come più sicure, il che significa che i responsabili del marketing e gli agenti di viaggio dovrebbero intensificare gli sforzi per promuovere le aree meno conosciute dove le persone possono ancora mantenere un senso di sicurezza. Gli australiani attenti alla sicurezza sono più propensi a visitare le destinazioni più conosciute: i consumatori sotto i 45 anni preferiscono viaggiare negli Stati Uniti, in Canada e in Giappone, mentre i consumatori sopra i 45 anni preferiscono viaggiare in Europa, Thailandia e Indonesia. Tuttavia, il 62% preferisce vacanze in cui è possibile ammirare la natura, offrendo agli inserzionisti l'opportunità di attirare l'attenzione su destinazioni più piccole e meno frequentate. I viaggiatori attenti alla sicurezza sono anche aperti alle vacanze all inclusive e sono più propensi della popolazione generale a prendere in considerazione crociere o resort. 

Anche le fonti affidabili sono molto importanti per i viaggiatori attenti alla sicurezza: uno su tre si sente rassicurato dall'uso di prodotti raccomandati da un esperto. La messaggistica pertinente e i canali mediatici giusti sono fondamentali per i responsabili marketing. Si consideri che il 39% degli australiani attenti alla sicurezza afferma che i propri piani di vacanza sono influenzati dalla TV e il 28% da articoli di giornali o riviste. 

Naturalmente, gli australiani attenti alla sicurezza sono due volte più propensi a sottoscrivere un'assicurazione di viaggio rispetto alla popolazione generale. Questo dato è aumentato del 23% negli ultimi cinque anni e rappresenta una chiara opportunità di offrire una varietà di opzioni per soddisfare le preoccupazioni dei viaggiatori. 

L'industria dei viaggi ha un grande potenziale per far crescere l'intenzione di viaggiare degli australiani facendo leva sul loro senso di sicurezza, posizionandosi come fonte affidabile di informazioni e, allo stesso tempo, rafforzando l'importanza dell'assicurazione di viaggio per sentirsi adeguatamente coperti quando si intraprende il tanto atteso "viaggio della vita".

Metodologia

Sondaggio Nielsen Omnibus

Nielsen Consumer & Media View, indagine 2019 07 Nazionale 

Nielsen Digital Content Ratings, totale mensile, ottobre 2019 vs ottobre 2018 (YOY), Unique Audience, Persone 2+, Testo

Continua a navigare nello stesso argomento approfondimenti